Visita Alghero

Alghero è una delle città principali della Sardegna, in provincia di Sassari è la quinta per numero di abitanti (44.000), ed è una delle porte di accesso all’Isola, grazie all’aeroporto che sorge nelle vicinanze di Fertilia.
Visualizzazione ingrandita della mappa

Ogni anno è visitata da decine di migliaia di persone, che ne apprezzano le meraviglie del mare e una cultura particolare, unica nella regione.
È il capoluogo della Riviera del Corallo, nome che deriva dal fatto che nelle acque della sua rada è presente la più grande quantità del prezioso corallo rosso della qualità più pregiata, pescato tuttora da corallari subacquei, attività che con la lavorazione e la vendita, da secoli ha avuto una grande importanza di carattere economico e culturale.
Alghero è situata nella parte nord-occidentale della Sardegna, all’interno dell’omonima rada.
La maggior parte del territorio a nord dell’area urbana è occupato dalla pianura della Nurra.
Nell’estrema frangia a nord-ovest si ergono i sistemi carsici di Capo Caccia, Punta Giglio e Monte Doglia. Procedendo a sud della città si osserva un territorio formato per lo più da vulcaniti che vanno a formare gli altipiani di Villanova Monteleone e Bosa, dall’ultimo del quale hanno origine alcuni corsi d’acqua che hanno favorito l’agricoltura.
Il suo nome ha un’origine incerta: l’ipotesi più accreditata è che derivi da “Aleguerium” (alga) per la notevole quantità di Posidonia Oceanica che si deposita sul suo litorale sabbioso.
Lo stemma della città di Alghero è uno scudo racchiuso da due fronde di palma e sormontato da una corona con nove palle, simbolo di Città Regia.

Nelle strade cittadine, soprattutto in quelle del centro storico, accanto alla dicitura in italiano dei toponimi si affianca spesso la dicitura catalana. Se nella parte “nuova” della città i toponimi sono semplicemente tradotti in catalano, stessa cosa non si può dire del Centro Storico, nel quale le diciture rimandano alla tradizione culturale algherese; la centralissima via Carlo Alberto, per esempio, in un suo tratto prende il nome catalano di Carrer de Sant Francesc (strada/via di san Francesco), proprio in corrispondenza dell’omonima chiesa.

Possiamo poi individuare zone tematiche, nelle quali i nomi si riferiscono a varie categorie: troviamo la zona delle regioni (Calabria, Toscana, ecc. nella zona di Maria Pia), dei grandi scrittori (Carducci, Pascoli, Dante, o altri nella zona della Mercede), dei musicisti (Mozart, Liszt, e altri nella zona del Parco Hemmerle), delle subregioni sarde (Barbagia, Gallura, Goceano, ecc. nel Quartiere della Pivarada), dei politici (Togliatti, Giolitti, Don Sturzo, Matteotti, De Gasperi (nel quartiere popolare di Sant’Agostino), degli artisti catalani (Miró, Espriu, ecc. alla Taulera), e di quelli algheresi (Sari, Giglio, ecc. al Carmine).

Visita Algheroultima modifica: 2012-09-11T19:14:00+00:00da gblogger